Cos'è il tumore

Scritto da Super User. Postato in Filmati Komen

 

Nel corpo sano, un sistema naturale controlla la creazione, la crescita e la morte delle cellule (chiamata apoptosi). Attraverso questo naturale ciclo vitale si mantengono integri i tessuti: mentre le cellule più anziane muoiono le cellule residue si dividono per rimpiazzarle. Anche quando un tessuto viene danneggiato, ad esempio mediante un taglio sulla mano, si ha l’accelerazione della divisione delle cellule nella zona ferita per creare, più velocemente possibile, nuovi tessuti (cicatrice). Quando la cicatrizzazione è completa, la creazione di nuovi tessuti ritorna al ritmo normale.
Nel tumore i regolatori naturali del ciclo cellulare non funzionano correttamente con la prevalenza della crescita delle cellule sulla loro morte. Le cellule tumorali a loro volta si dividono senza il normale controllo e producono una massa di tessuto in eccesso: il tumore. Crescendo e sviluppandosi, il tumoresollecita la formazione di nuovi vasi sanguigni (fenomeno chiamatoangiogenesi) per ricevere l’ossigeno e le sostanze nutritive.
Nel tumore maligno, le cellule possono anche staccarsi dall’area di origine e raggiungere, attraverso il flusso sanguigno e il sistema linfatico (la rete che collega i linfonodi in tutto il corpo), altre parti del corpo, come ad esempio il fegato, i polmoni o le ossa. Questo processo viene chiamato metastatizzazione. Nella nuova sede le cellule tumorali possono nuovamente cominciare a dividersi e creare nuovi tumori (metastasi).

Cos'è il tumore del seno

Scritto da Super User. Postato in Filmati Komen

 

Il tumore del seno è un tipo di tumore in cui le cellule del seno si dividono e crescono in maniera incontrollata. Circa l’85 per cento dei tumori al seno inizia nei dotti mammari, mentre circa il 15 per cento insorge nei lobuli. I tumori del seno tendono a crescere lentamente rispetto a forme tumorali di altri organi e apparati. Quando un nodulo tumorale è abbastanza grande da essere percepito al tatto, può avere impiegato anche 10 anni per rendersi clinicamente evidente. Tuttavia alcuni tumori possono essere aggressivi e crescere molto più rapidamente.
È importante comprendere la differenza tra carcinoma invasivo e carcinoma in situ.
Questi sono discussi di seguito e si può trovare di più nella sezione diagnosi.

Segnali d'allarme?

Scritto da Super User. Postato in Filmati Komen

 

Grazie al crescente uso della mammografia, molti tumori del seno sono diagnosticati in una fase precoce, prima della comparsa dei sintomi classici. Tuttavia, troppi tumori del seno sono ancora riscontrati dalle donne stesse.
I sintomi più comuni che possono far pensare ad un tumore del seno sono rappresentati fondamentalmente dal cambiamento dell’aspetto o della consistenza del seno o del capezzolo e/o secrezioni dal capezzolo e sono comunque quelli riportati qui sotto:

  • Noduli o addensamenti di una parte del seno o ispessimenti della cute
  • Gonfiore, calore e rossore della cute
  • Modificazione delle dimensioni o della forma del seno
  • Pelle del seno irregolarmente raggrinzita o a buccia d’arancia
  • Prurito o eritema del capezzolo e o dell’areola
  • Retrazione del capezzolo o della cute del seno
  • Secrezioni dal capezzolo
  • Persistente dolore in un punto del seno

(Adattato da National Cancer Institute [American Cancer Society], e Centro per il controllo delle malattie e la prevenzione.)

In caso di comparsa di uno qualsiasi di questi sintomi, ci si dovrebbe rivolgere subito al proprio medico. Anche se nella maggior parte dei casi questi cambiamenti si rivelano associati ad affezioni benigne del seno, l’unico modo per esserne certi è sottoporli ad una valutazione da parte del medico. Ad esempio, il dolore al seno è più frequentemente associato a condizioni benigne della mammella piuttosto che ad alterazioni dovute ad un tumore. Tuttavia, la diagnosi precoce di un eventuale tumore, attraverso il ricorso ad esami specifici, talvolta anche in assenza di sintomi, rappresenta tuttora la miglior cura.